Rinforzo Intermittente: Il consolidamento del comportamento

Rinforzo Intermittente: Il consolidamento del comportamento

Rinforzo Intermittente: Il consolidamento del comportamento

  • Posted by Studiotorredibabele
  • rinforzo

Il termine rinforzo intermittente si riferisce al mantenimento di un comportamento rinforzato solo occasionalmente (cioè in modo intermittente) e non ogni volta che esso si presenta.

Alcuni modelli di rinforzo intermittente incrementano e mantengono il comportamento, mentre altri lo riducono.

Ma quali sono le insidie di questo tipo di rinforzo?

Esso riguarda quello che potrebbe essere descritto come un uso non sistematico dell’estinzione.

Per esempio, un genitore inizialmente tenta di ignorare gli scoppi di collera di un bambino, ma il bambino va avanti, così il genitore disperato alla fine “cede” alle sue richieste per avere attenzione, caramelle o qualunque altra cosa.

Così il bambino riceve un rinforzo che porterà in futuro a ulteriori insistenti scoppi di collera.

Molte volte i genitori e gli insegnanti dicono che hanno dovuto cedere alle richieste dei bambini perché “l’estinzione non stava funzionando”, in qualunque caso, il rinforzo intermittente che ne deriva produce un comportamento che si presenterà con maggiore frequenza e quindi impiegherà più tempo ad estinguersi.

Anche questi scoppi di collera possono essere eliminati attraverso l’estinzione, ma ciò richiede molto tempo e pazienza, tali comportamenti indesiderabili persistenti probabilmente non si sarebbero verificati fin dall’inizio senza un’applicazione casuale del rinforzo intermittente.

Vi presentiamo alcune linee guida per l’uso efficace del rinforzo intermittente, per generare e mantenere comportamenti desiderabili:

1 Scegliere uno schema e una modalità appropriata al comportamento che si vuole rinforzare e mantenere e che sia pratico nell’applicazione;

2 Utilizzare strumenti e materiali appropriati per determinare accuratamente e in modo utile quando il comportamento dovrà essere rinforzato;

3 La frequenza di rinforzo inizialmente dovrebbe essere abbastanza alta da mantenere il comportamento desiderato e dovrebbe poi decrescere gradualmente fino quando la quantità finale desiderata di quel comportamento è mantenuta in rapporto al rinforzo.

È quindi necessario rimanere a ogni stadio abbastanza a lungo da garantire che il comportamento venga consolidato, se i requisiti vengono aumentati troppo rapidamente il comportamento peggiorerà e si dovrà tornare a uno stadio precedente (usando il rinforzo continuo) per recuperarlo.

L’insidia del rinforzo intermittente spesso inganna, per questo motivo vi invitiamo a rivolgervi sempre ad un Professionista del settore, il lavoro dovrebbe essere sempre personalizzato e programmato.

Buon lavoro!

Torna Indietro